Schemi di finanziamento - Azioni

 

Ciascun bando (topic) presenta uno o più schemi di finanziamento chiamati "azioni", caratterizzati da specifici obiettivi e percentuali di finanziamento. La percentuale di finanziamento si determina in base al tipo di azione finanziata. I costi indiretti ammissibili sono determinati applicando un tasso forfettario del 25% del totale dei costi diretti ammissibili. Il tipo di azione richiesto dal bando è dichiarato nelle prime righe descrittive di ciascun topic

 

Research and Innovation Actions (RIA)

Azione che ha come focus la ricerca scientifica e l'innovazione tecnologica e si colloca sostanzialmente sul versante della ricerca spingendosi, nella scala della maturità tecnologica (Technology Readiness Level - TRL), fino al quarto livello, ossia fino alla prototipazione e alla dimostrazione di fattibilità su piccola scala

Partenariato: almeno tre soggetti giuridici indipendenti ubicati in tre diversi paesi membri o associati

Finanziamento UE: 100%

 

Innovation Actions (IA)

Azione che finanzia progetti caratterizzati da attività di prototipazione, sperimentazione, dimostrazione, validazione del prodotto su larga scala e replicazione sul mercato. Il livello di maturità tecnologica richiesto è molto alto, fino all'ottavo, novo grado della misura TRL

Partenariato: almeno tre soggetti giuridici indipendenti ubicati in tre diversi paesi membri o associati

Finanziamento UE: 70% - 100% (enti no profit)

 

Coordination and Support Actions (CSA)

Azioni di supporto allo sviluppo dei progetti o programmi di ricerca attraverso attività di disseminazione, comunicazione, sensibilizzazione, rete, studi sui risultati delle ricerche, etc.

Partenariato: almeno un soggetto giuridico ubicato in un paese membro o associato

Finanziamento UE: 100%

 

Marie Skłodowska-Curie Actions (MSCA)

Azioni che finanziano la formazione eccellente nel campo della ricerca e la mobilità dei ricercatori

Finanziamento UE: 100%

 

European Research Council Grant (ERC)

Azione che sostiene i ricercatori eccellenti e i loro team per svolgere ricerca di frontiera in settori e applicazioni nuove ed emergenti che introducano approcci innovativi e non convenzionali

Partenariato: almeno un soggetto giuridico ubicato in un paese membro o associato

Finanziamento UE: 100%

 

Co-fund Actions

Le azioni Co–fund (cioè cofinanziamento comunitario e nazionale) hanno come primo obiettivo di finanziare, attraverso singoli bandi o programmi, entità pubbliche che gestiscono programmi di ricerca e innovazione:

ERA-NET Co-fund: fornisce sostegno a partenariati pubblico-pubblico. Finanziamento UE: 33%. Le azioni ERANET sono forme di collaborazione tra enti pubblici Unione Europea, incluse le iniziative di programmazione congiunta tra gli Stati Membri, per la definizione di attività condivise e di strutture di networking. Le ERANET hanno una durata di 5 anni, durante i quali il partenariato si impegna a lanciare e implementare almeno un bando transnazionale per il finanziamento di progetti di ricerca e innovazione. Il bando è cofinanziato dalla Commissione Europea per un ammontare del 33% del budget totale della call.  Nel corso del progetto, il consorzio ha inoltre la facoltà di lanciare azioni supplementari, quali attività di supporto della JPI di riferimento, oppure il lancio di ulteriori bandi non supportati da un cofinanziamento comunitario. La partecipazione italiana alle azioni ERANET COFUND è piuttosto variegata e comprende Ministeri, amministrazioni regionali, agenzie pubbliche sia nazionali che regionali, enti pubblici di ricerca e altri soggetti. Il MIUR partecipa, direttamente o tramite un suo ente controllato. Sul sito ERA-LEARN 2020 sono disponibili i bandi finanziati

Pre-Commercial Procurement (PCP) cofund actions: mirano ad incoraggiare gli appalti pubblici per la ricerca e lo sviluppo finalizzati alla progettazione, produzione e sperimentazione di prototipi di prodotti/servizi non ancora idonei all'utilizzo commerciale ma che potrebbero presto affacciarsi sul mercato una volta perfezionati ed industrializzati. Partenariato: Minimo tre partecipanti indipendenti provenienti da almeno tre Paesi membri o associati, di cui almeno due committenti pubblici. Finanziamento UE: 90%

Public Procurement of Innovative solutions (PPI) cofund actions: mirano a rafforzare l’implementazione precoce di soluzioni innovative che riguardano tematiche di interesse pubblico creando allo stesso tempo, opportunità per le imprese. Si riferiscono ad appalti in cui le autorità pubbliche contraenti, possibilmente in cooperazione con altri acquirenti privati, agiscono come ‘clienti pilota’ (detti anche ‘early adopter’ o ‘launching customer’) acquisendo soluzioni innovative sul mercato, non ancora disponibili in commercio su larga scala. In quest’ottica la PA agisce da acquirente del prodotto/servizio innovativo (sviluppato tramite il PCP, oppure esistente su scala ridotta) Partenariato: Minimo tre partecipanti indipendenti provenienti da almeno tre Paesi membri o associati, di cui almeno due committenti pubblici.  Finanziamento UE: 35%

Joint Programming Initiative (JPI): il programma europeo congiunto è un'azione Co-fund destinata a sostenere programmi di ricerca e innovazione le cui priorità di ricerca sono definite congiuntamente dagli Stati Membri che vi aderiscono

Marie Skłodowska-Curie Actions (MSCA): azioni che co-finanziano la mobilità dei ricercatori. Finanziamento UE: 50%

 

SME Instrument

Azione volta ad aiutare le piccole e medie imprese nello sviluppo di idee innovative per prodotti, servizi o processi pronti ad affrontare la concorrenza del mercato globale

Partenariato: almeno una piccola o media impresa ubicata in un paese membro o associato

Finanziamento UE distinto in 3 fasi:

fase 1: quota forfettaria di 50.000,00 euro per esplorare la fattibilità e il potenziale commerciale dell'idea progettuale

fase 2: 70% di finanziamento per sviluppo di progetti innovativi basati su solidi business plan e attività dimostrative del potenziale commerciale

fase 3: nessun finanziamento comunitario, ma facilitazioni creditizie e supporto attraverso attività di networking per la fase di commercializzazione del prodotto

 

FAST TRACK TO INNOVATION

Azione pilota lanciata a gennaio 2015 con una call continuamente aperta con tre date di cut-off ogni anno. Le proposte possono essere presentate in qualsiasi momento ma saranno valutate e classificate dopo le date di chiusura. La prossima è fissata al 25/10/2016. Fast Track to Innovation rappresenta una misura completamente bottom-up per promuovere attività di innovazione vicine al mercato. La FTI pilot prevede finanziamenti per proposte in ogni settore tecnologico o applicativo, puntando a promuovere la cooperazione transdisciplinare ed intersettoriale. L’obiettivo è quello di:

ridurre i tempi dall'idea al mercato

stimolare la partecipazione di nuovi candidati ai finanziamenti UE per la ricerca

aumentare gli investimenti privati in ricerca e innovazione

A differenza dello SME Instrument, l'azione FTI non è limitata alle PMI ma è aperta a tutti i tipi di partecipanti. Saranno presi in considerazione solo concetti innovativi che hanno raggiunto un Technology Readiness Level (TRL) almeno pari a 6, supportando azioni dalla fase di dimostrazione fino alla diffusione sul mercato, tra cui azioni quali testing, piloting, validazione di sistemi in condizioni reali di lavoro

Partenariato: da tre a cinque soggetti giuridici indipendenti ubicati in almeno tre diversi paesi membri o associati

Finanziamento UE: 70% 

 

Prizes

Premi in denaro per meriti alla carriera ma soprattutto per sostenere le migliori idee rispondenti a specifiche sfide di volta in volta proposte dalla Commissione:

“Recognition Prizes” per meriti scientifici già conseguiti

Inducement Prizes” per specifici obiettivi da raggiungere. L'importo del premio non è correlato al costo di realizzazione dell'obiettivo

 

facebookGY