personale.jpg

INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE PER IL RICONOSCIMENTO DEL TITOLO ACCADEMICO CONSEGUITO ALL’ESTERO.

Gli studenti comunitari ovunque residenti e gli extracomunitari soggiornanti in Italia, di cui all’art. 26 della Legge n. 189/2002, in possesso di titolo accademico conseguito all’estero, che aspirano a chiederne il riconoscimento in Italia, possono avanzare richiesta in tal senso direttamente presso un’Università di loro scelta, entro il termine ultimo del 05 novembre.

Gli studenti extracomunitari non soggiornanti in Italia, in possesso di titolo accademico conseguito all’estero, che aspirano a chiederne il riconoscimento in Italia, possono avanzare richiesta ad un’Università, per il tramite della Rappresentanza Diplomatica-Consolare Italiana competente per territorio, entro i termini previsti dal M.I.U.R. per la presentazione delle domande di preiscrizione ai Corsi di Studio.

In base all’art. 35 del Regolamento Didattico di Ateneo, gli stranieri prima di ottenere il riconoscimento del titolo accademico estero, devono dimostrare la conoscenza delle lingua italiana, mediante una prova che si svolge in forma di colloquio col Preside di Facoltà o con un professore da lui designato, in qualità di Presidente di una Commissione appositamente costituita. Chi non ottiene in tale prova giudizio favorevole non può ottenere il riconoscimento, né può ripetere la prova se non nell’anno accademico successivo.

Nel caso di superamento della predetta prova di lingua, sulla richiesta di riconoscimento del titolo accademico estero, deliberano le competenti Autorità Accademiche dell’Università (vedi delibera del Senato Accademico n. 30 del 21.10.2003), caso per caso, tenuto conto degli studi compiuti e degli esami speciali e generali sostenuti all’estero, entro il termine di novanta giorni dalla data di ricevimento della relativa domanda. Nel caso in cui le Autorità Accademiche rappresentino esigenze istruttorie, il termine è sospeso fino al compimento , entro i trenta giorni successivi, degli atti supplementari. Le Autorità Accademiche possono dichiarare che il titolo estero ha lo stesso valore, a tutti gli effetti, di quello corrispondente conferito dalle Università italiane ovvero ammettere l’interessato a sostenere l’esame di laurea con dispensa totale o parziale degli esami di profitto prescritti dallo Statuto dell’Università per il corrispondente corso di studio.

La richiesta di riconoscimento del titolo accademico estero dovrà essere corredata dalla seguente documentazione:

  1. Domanda di riconoscimento del titolo accademico estero, indirizzata al Rettore dell’Università prescelta;
  2. Originale del titolo di studio di scuola secondaria superiore di ammissione all’Università che ha rilasciato il titolo accademico, tradotto da un traduttore giurato (a cura degli interessati) e poi legalizzato dalla Rappresentanza Diplomatico-Consolare italiana competente per territorio, unitamente alla relativa Dichiarazione di Valore del titolo rilasciata dalla stessa Rappresentanza;
  3. Originale del curriculum analitico degli studi universitari, materie studiate, esami superati con i relativi voti, rilasciato dalla predetta Università, tradotto da un traduttore giurato (a cura degli interessati) e poi legalizzato dalla Rappresentanza Diplomatico-Consolare italiana;
  4. Programma dettagliato delle materie studiate e degli esami superati, tradotto da un traduttore giurato (a cura degli interessati) e poi legalizzato dalla Rappresentanza Diplomatico-Consolare italiana;
  5. Originale del titolo accademico estero, che si intende far riconoscere, tradotto da un traduttore giurato (a cura degli interessati) e poi legalizzato dalla Rappresentanza Diplomatico-Consolare italiana competente per territorio, unitamente alla relativa Dichiarazione di Valore del titolo rilasciata dalla stessa Rappresentanza;
  6. Copia del Permesso di soggiorno (solo per gli extracomunitari legalmente soggiornanti in Italia di cui all’art. 26 della Legge 189/2002);
  7. Copia di un valido documento di riconoscimento;
  8. Versamento presso una delle Agenzie della Banca di Roma, mediante l’utilizzo dell’apposito Modello PTV disponibile presso gli Uffici di Segreteria, di un Contributo pari ad  € 258

Studenti stranieri

I cittadini stranieri che intendono immatricolarsi presso una Università italiana devono attenersi alle Disposizioni triennali 2008 – 2011 impartite dal Ministero dell'Università e della Ricerca e dal Ministero degli Affari Esteri e disponibili sul sito web miur
Inoltre è prevista la possibilità per gli studenti stranieri di chiedere il riconoscimento del titolo accademico conseguito all’estero.

facebookGY