Valutazione Qualità della Ricerca (VQR)

La Valutazione della Qualità della Ricerca (VQR) è rivolta alla valutazione dei risultati della ricerca scientifica effettuata in un periodo determinato dalle Università Statali e non Statali, dagli Enti di Ricerca pubblici vigilati dal MIUR e da altri soggetti pubblici e privati che svolgono attività di ricerca, su richiesta esplicita con partecipazione ai costi dell’esercizio di valutazione.

Essa dunque è uno strumento strategico che assume un rilievo significativo per la misurazione della qualità degli Atenei e ha un ruolo determinante nella distribuzione delle risorse e sull’assegnazione dei punti organico da parte del Ministero. I risultati della valutazione della Ricerca incidono infatti nella ripartizione della quota premiale  del FFO. E’ quindi di fondamentale importanza esprimere le potenzialità del nostro Ateneo in maniera ottimale.

Le aree di ricerca nella VQR

Report VQR 2011-2014 (per il personale dell'Ateneo)

 

DOCUMENTI ANVUR

Bando VQR 2011-2014 (aggiornamento al 11 novembre 2015)

FAQ (aggiornamento al 13 gennaio 2016)

Elenco degli editori registrati (aggiornamento al 13 gennaio 2016)

 

DOCUMENTI SUN

Provvedimenti

Nomina CAR e CAT (D.R. 394 del 6 maggio 2015)

Linee di indirizzo

Piano di Lavoro preliminare del Pro-Rettore alla Ricerca, Informatizzazione e Valutazione (13 luglio 2015)

Comunicazione del Pro-Rettore alla Ricerca, Informatizzazione e Valutazione (20 dicembre 2015)

Nota del Pro-Rettore alla Ricerca, Informatizzazione e Valutazione (3 febbraio 2016)

Comunicazioni

Circolare prot. n. 44838 del 5 agosto 2015

Circolare prot. n. 52410 del 2 ottobre 2015

Circolare prot. n. 58115 del 27 ottobre 2015

Circolare prot. n. 60126 del 5 novembre 2015

Nota informativa del Centro di Servizio di Ateneo per la Ricerca (22 dicembre 2015)

Linee operative

Elenco key-users dipartimentali

Linee guida selezione prodotti in IRIS (aggiornamento al 5 febbraio 2016)

FAQ incontro operativo "VQR in IRIS" rivolto ai Key-user dipartimentali (aggiornamento al 28 gennaio 2016)

 

SCADENZE PER L'ATENEO

Acquisizione identificativo ORCID ed accreditamento addetti alla ricerca - conclusa (Dicembre 2015)

Attivazione e configurazione modulo VQR in IRIS (ER-VQR) - conclusa (Dicembre 2015)

Calendario attività in corso - VQR (aggiornato al 7 marzo 2016)

Calendario attività in corso - SUA-RD - Terza Missione (aggiornato al 7 marzo 2016)

 

FORMAZIONE

29/09/2015: corso CINECA di formazione/informazione per i Key-user dipartimentali e Referenti per la Qualità della Ricerca (parte I - aspetti operativi)

15/10/2015: corso CINECA di formazione/informazione per i Key-user dipartimentali e Referenti per la Qualità della Ricerca (parte II - aspetti tecnico-amministrativi)

27/01/2016: incontro operativo "VQR in IRIS" rivolto ai Key-user dipartimentali

02/02/2016: incontro operativo "VQR in IRIS" rivolto ai Key-user dipartimentali

 

Eventi e News

In questa sezione è possibile conoscere le news e gli eventi dedicati alla Ricerca

 

Assegni di Ricerca

Possono essere destinatari di assegni di ricerca studiosi in possesso di curriculum scientifico professionale idoneo allo svolgimento di attività di ricerca.

Gli assegni sono attribuiti mediante selezione pubblica; le prove d'esame consistono nella valutazione dei titoli presentati dai candidati ed in un colloquio. Gli assegni possono avere una durata compresa tra uno e tre anni e sono rinnovabili. La durata complessiva dei rapporti instaurati a seguito di bandi emanati ai sensi della Legge 30.12.2010 n. 240, compresi gli eventuali rinnovi, non può comunque essere superiore a sei anni, a esclusione del periodo in cui l’assegno è stato fruito in coincidenza con il dottorato di ricerca, nel limite massimo della durata legale del relativo corso.

Il conferimento dell'assegno è formalizzato mediante la stipulazione di un contratto di diritto privato tra l'Università e i soggetti collocati in posizione utile nelle graduatorie di merito. Il contratto non configura in alcun modo un rapporto subordinato e non dà luogo a diritto in ordine all'accesso nei ruoli del personale universitario. La collaborazione dell’assegnista ha carattere continuativo, non meramente occasionale, e si svolge sotto la direzione del responsabile scientifico, in condizioni di autonomia, nei soli limiti dei programmi di ricerca e in stretto legame con la realizzazione degli stessi, senza orario di lavoro predeterminato.

Maggiori informazioni nell'allegato Regolamento.

 

CONTATTI: Centro di servizio di Ateneo per la Ricerca

facebookGY